sicurezza – ESTATE VACANZA

Protocollo anti-contagio

ESTATE VACANZA 2021

Per rendere sempre più sicuri i soggiorni del “Progetto Estate Vacanza 2021″, anche in questa situazione di emergenza sanitaria, il Comune di Milano ha aggiornato i propri protocolli di sicurezza anti-contagio alla luce delle recenti normative e delle ” Linee Guida per la gestione in sicurezza di opportunità di socialità e di gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19″ .

Inoltre il protocollo anti-contagio è stato elaborato in modo congiunto dall’Amministrazione, dalla Cooperativa affidataria del servizio e con la collaborazione degli enti territoriali competenti.

Le principali misure adottate:

  • Accesso al servizio a seguito di:
    • il referto di un test antigenico rapido, preferibilmente di terza generazione, o molecolare, effettuato presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di partenza;
    • un certificato che attesti l’avvenuto completamento vaccinale;
    • la certificazione verde COVID-19 (Green Pass). Per sapere come ottenerlo visita il sito https://www.dgc.gov.it/web/ottenere.html
  • Triage alla partenza con rilevamento della temperatura corporea che se pari o superiore 37,5°, escluderà la partecipazione all’iniziativa.
    • misurazione giornaliera della temperatura corporea degli ospiti e del personale e durante le uscite /entrate dalla struttura;
    • utilizzo di percorsi segnalati all’interno della Casa per accedere alle aree comuni e ai servizi igienici con ingressi differenziati per entrata e uscita;
    • organizzazione delle attività in piccoli e stabili gruppi per limitare al massimo i contatti;
    • attenta riorganizzazione degli spazi e delle attività, privilegiando per quanto possibile, spazi all’aria aperta all’esterno. Per le attività svolte negli spazi chiusi sarà garantita areazione costante;
    • utilizzo di igienizzanti a disposizione degli ospiti presso la Casa Vacanza e negli spazi esterni;
    • pulizia e sanificazione di tutti gli spazi e di tutte le attrezzature utilizzate per le attività, incluse quelle della spiaggia e della sala ristorante;
    • rispetto della distanza interpersonale tra i partecipanti per tutta la durata dell’attività;
    • utilizzo di mascherina chirurgica negli spazi al chiuso e ove non possibile mantenere il distanziamento;
    • sanificazione giornaliera delle camere e plurigiornaliera dei bagni e degli spazi collettivi;
    • riduzione del numero di partecipanti nelle sedi dei Soggiorni per favorire la sistemazione nelle camere e nei luoghi collettivi con adeguato distanziamento;
    • incremento del personale educativo e sanitario impegnato nella gestione del servizio in tutte le fasce orarie della giornata;
    • organizzazione dei trasferimenti con mezzi dedicati, pullman GT di società qualificate a minor capienza e adeguatamente sanificati;
    • formazione specifica sui principi di igiene e pulizia per tutto il personale impiegato nelle strutture;
    • comunicazione e condivisione con bambini e ragazzi delle prassi igieniche quotidiane da seguire, grazie al dialogo e all’utilizzo di cartellonistica immediata e specifica affissa negli spazi della struttura.

Nelle sedi di partenza dei pullman saranno allestite una o più postazioni per il TRIAGE e per la misurazione della temperatura corporea.
L’accesso al TRIAGE sarà consentito unicamente con l’ausilio di mascherina chirurgica.

Il minore e il suo accompagnatore non dovrà presentarsi presso il punto di triage se:

  1. affetto da uno o più sintomi:
    • temperatura superiore o uguale a 37.5 °C;
    • tosse di recente comparsa;
    • difficoltà respiratoria;
    • perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);
    • mal di gola;
  2.  se sottoposti alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;
  3. sono stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni;
  4. sono rientrati in Italia negli ultimi 14 giorni da uno Stato Estero per il quale è prevista la quarantena;

Al momento della partenza dovrà essere consegnata, debitamente compilata e firmata, la seguente documentazione:

  • scheda sanitaria (allegato 1);
  • informativa privacy e liberatoria (allegato 2);
  • dichiarazione sulle condizioni di salute dell’accompagnatore (allegato 5);
  • dichiarazione sulle condizioni di salute del minore (allegato 6);
  • patto di corresponsabilità (allegato 7).

È necessario, inoltre, presentare anche uno dei seguenti documenti:

  • il referto di un test antigenico rapido, preferibilmente di terza generazione, o molecolare, effettuato presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di partenza;
  • un certificato che attesti l’avvenuto completamento vaccinale;
  • la certificazione verde COVID-19 (Green Pass). Per sapere come ottenerlo visita il sito https://www.dgc.gov.it/web/ottenere.html

Senza la presentazione della documentazione richiesta il minore non potrà partire.

Procedura in caso di sintomatologia o caso confermato COVID-19:

Nel caso in cui un minore presenti un aumento della temperatura corporea pari o superiore a 37,5°C o un sintomo compatibile con COVID-19 durante il soggiorno saranno prese le seguenti misure di sicurezza:

  • il minore verrà posto in isolamento in aree della struttura appositamente dedicate sotto la sorveglianza del personale medico ed infermieristico;
  • saranno prontamente avvertiti coloro che esercitano la responsabilità genitoriale;
  • il minore, come da patto di corresponsabilità, verrà accompagnato dal personale sanitario presente in struttura ad eseguire un tampone antigenico rapido;
  • fino all’esito del tampone del loro compagno, tutti i minori ed educatori del gruppo, nello svolgimento delle attività verranno separati dagli altri gruppi e verrà mantenuto un atteggiamento prudenziale con utilizzo delle mascherine in ogni situazione ed evitati, ove possibile, o comunque ridotti, i momenti di socialità;
  • in caso di esito negativo del tampone antigenico rapido il minore potrà fare rientro nella Casa Vacanza;
  • in caso di esito positivo del tampone antigenico rapido il minore dovrà lasciare la struttura entro 24 ore a cura del genitore o di chi esercita la responsabilità genitoriale che dovrà provvedere a fargli fare un tampone molecolare e attenersi alle indicazioni della competente ATS;
  • il minore potrà fare rientro nella Casa Vacanza solo con certificato di esito negativo del tampone molecolare.

Per maggiori informazioni sul protocollo anticontagio adottato nelle Case Vacanze potete consultare il “Protocollo generale anticovid” presente nella sezione “allegati” all’indirizzo www.comune.milano.it/servizi/estate-vacanza

Che cosa è il Green Pass?

La Certificazione verde COVID-19 – EU digital COVID certificate nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di COVID-19.

È una certificazione digitale e stampabile (cartacea), che contiene un codice a barre bidimensionale (QR Code) e un sigillo elettronico qualificato. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19;
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Come ottenere la Certificazione verde COVID-19?

Attraverso il sito www.dgc.gov.it

  • con identità digitale – Dopo essersi autenticati con le credenziali SPID o CIE,si può acquisire la Certificazione verde COVID–19;
  • con Tessera Sanitaria o documento di identità senza utilizzare l’identità digitale (SPID o CIE);
  • con la Tessera Sanitaria inserendo:
    • le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria;
    • la data di scadenza della stessa;
    • uno dei codici univoci ricevuti con:
      • il tampone molecolare (CUN);
      • il tampone antigenico rapido (NRFE);
      • il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa a questi codici, si può inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che sono stati comunicati in sede di prestazione sanitaria.

Se non si possiede la Tessera Sanitaria, in quanto non iscritto al SSN, si possono inserire:

  • il tipo e numero di documento che è stato fornito in sede di esecuzione del tampone o di emissione del certificato di guarigione;
  • la data di scadenza della stessa;
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    • il tampone molecolare (CUN);
    • il tampone antigenico rapido (NRFE);
    • il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa a questi codici, si può inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che sono stati comunicati in sede di prestazione sanitaria.

Attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico

Al momento questa modalità non è ancora attiva. Verrà resa disponibile prossimamente dalla Regione di appartenenza.

Attraverso  App

  • Immuni – Utilizzando l’App Immuni attraverso l’apposita sezione “EU digital COVID certificate” visibile nella schermata iniziale della APP.

Per ottenere la Certificazione verde COVID-19 è necessario inserire:

    • le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria;
    • la data di scadenza della stessa;
    • uno dei codici univoci ricevuti con:
      • il tampone molecolare (CUN);
      • il tampone antigenico rapido (NRFE);
      • il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa a questi codici, si può inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che sono stati comunicati in sede di prestazione sanitaria.

La Certificazione verde COVID–19 viene mostrata a video e il QR code salvato nel dispositivo mobile in modo che possa essere visualizzato e mostrato anche in modalità offline.

  • IO
    Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App IO, ricevendo direttamente un messaggio ogni volta che la Piattaforma nazionale rilascerà un certificato intestato a te.

    Non appena aprirai il messaggio, l’App ti mostrerà il QR Code e i dati del tuo certificato, che potrai esibire direttamente da IO.

    Puoi salvare il certificato con il suo QR Code nella memoria locale del tuo dispositivo mobile, così da poterlo mostrare facilmente anche in assenza di connessione a Internet.

    Non devi quindi richiedere la Certificazione né inserire codici o altri dati: è sufficiente aver fatto almeno una volta l’accesso in App con SPID o CIE.

Con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie

Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la Certificazione verde COVID-19. Serviranno il codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria. La Certificazione verde COVID-19 potrà essere consegnata in formato cartaceo o digitale.

ESTATEVACANZA | Un Progetto del Comune di Milano